1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

FCA: boom immatricolazioni Jeep in Italia. E intanto titolo al massimo storico (+171% in 12 mesi)

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles

Focus sul titolo Fiat Chrysler anche dopo le dichiarazioni rilasciate da Marchionne alla vigilia sulle auto elettriche e sullo spin off di Magneti Marelli.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel mese di settembre le immatricolazioni del gruppo Fca in Italia sono state pari a 47.020 unità, il 5,19% in più dello stesso mese del 2016. La quota nel mercato nazionale è del 28,16% (-0,79%).

Nei nove mesi le consegne sono state 444.834,in rialzo dell’8,92%, a fronte di una quota di mercato pressoché stabile al 29%.

Focus sulla forte crescita delle vendite del marchio Jeep (+44,3%), con una quota di mercato record, al 3,1%, la più alta mai ottenuta nella storia.

Buoni risultati anche per la Compass che a pochi mesi dal lancio, oltre ad aver raccolto ben 18 mila ordini, è già stabilmente nelle prime posizioni di vendita del suo segmento, con quasi 1.900 immatricolazioni in settembre per una quota dell’8,6 per cento.

A snocciolare i risultati delle immatricolazioni italiane di FCA è la stessa società guidata dall’AD Sergio Marchionne, che rende noto anche che Alfa Romeo – grazie a Giulia e Stelvio sempre tra le tre vetture più vendute dei loro segmenti – a settembre ha assistito a un aumento delle vendite del 13,9%.

In generale, nel mese di settembre, il mercato italiano dell’auto ha riportato una crescita dell’8,13% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso: le immatricolazioni – secondo i dati del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture – sono state pari a 166.956.

Nei nove mesi dell’anno sono state vendute 1.533.710 vetture, il 9% in più su base annua.

Gli aumenti record hanno interessato anche altri marchi, in particolare Seat (+60%), Nissan (+57%), Renault (+25%, solo la Scenic ha fatto +1200%), Audi (+22%), Citroen (+20%), Dacia (+15%), Peugeot (+12%)

Così Michele Crisci, Presidente dell’UNRAE, l’associazione delle Case automobilistiche estere, ha commentato i dati:

“Il mercato continua a dare ottimi segnali di salute e di interesse del pubblico nei confronti del nostro settore e della mobilità privata. Tuttavia – ha aggiunto Crisci- dobbiamo rilevare che il fenomeno delle autoimmatricolazioni, finalizzate a sostenere le quote di mercato, comincia ad acquisire contorni importanti, rendendo più complesso il dimensionare correttamente le previsioni per il 2018″.

Focus intanto sul titolo FCA, dopo le dichiarazioni rilasciate da Marchionne alla vigilia, in occasione della cerimonia per la laurea honoris causa in Ingegneria meccanotronica assegnatagli dall’Università di Trento.

Marchionne ha parlato lo stesso giorno in cui il titolo, scambiato sul Ftse Mib di Piazza Affari, ha testato un nuovo record storico a 15,29 euro per azione, proseguendo il rally del 175% riportato negli ultimi 12 mesi.

Marchionne ha smorzato l’importanza data alle auto elettriche, affermando che non sono la soluzione per il futuro e ha confermato contestualmente  lo spin off per Magneti Marelli per il prossimo anno.