1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fastweb-Tiscali: Banca Profilo, “Difficile che restino sole a lungo”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ arrivata la smentita alle voci che volevano Fastweb e Tiscali interessate ad un accordo. Ma per gli esperti di Banca Profilo, interpellati da Finanza.com, l’affare potrebbe non essere da escludere. “Le due società sono in una situazione per cui è difficile rimanere sole a lungo”, spiega l’analista della banca milanese. Effettivamente il mercato delle telecomunicazioni è in un momento concitato, in cui tutti parlano con tutti. Risulta quindi difficile attribuire delle probabilità al realizzarsi di operazioni di questo tipo. Secondo l’analista il deal ventilato dalla stampa non sarebbe però un cattivo affare, considerando le sinergie che potrebbero emergere. Le prime riguardano la base di clienti, poco sovrapposta dato che Fastweb è più presente nell’area businnes che in quella consumer, dove invece Tiscali ha il suo punto di forza. Inoltre, si potrebbero ottenere sinergie di costo eliminando la duplicazione degli investimenti sulla rete, e dimettendo gli apparati superflui per rivenderli. Per quanto riguarda l’organizzazione del matrimonio i dettagli tecnici sono però piuttosto complicati. “Escluderei uno scambio azionario, quantomeno in rapporto 1:1, poiché Fastweb è quotata a sconto sui multipli”, dice ancora l’analista. Rimane la via dell’acquisto dell’operatore sardo, da parte della società fondata da Guido Scaglia. “Fastweb vedrebbe stressarsi ulteriormente la situazione finanziaria, ma potrebbe farlo, anche per arrivare ad avere uno sbocco internazionale”. In questa situazione di incertezza infatti, rientra anche l’eventuale cessione dell’asset inglese di Tiscali, che l’analista sostiene essere poco credibile. “Sarebbe un errore dato che rappresenta la metà del valore di Tiscali, mentre potrebbe essere molto utile la cessione di quello tedesco, meno redditizio anche in prospettiva”. E con quei soldi, si ripagherebbe quasi per intero il bond in scadenza.