1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fastweb, per Bca Leonardo l’uscita di Micheli potrebbe penalizzare il titolo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tira una brutta aria per Fastweb. A covare questo timore gli analisti di Banca Leonardo. La notizia che fa scattare qualche cattivo pensiero è l’uscita di Carlo Micheli, secondo maggior azionista di Fastweb con una quota del 9,98%, dalla società. Micheli ha infatti annunciato le proprie dimissioni dalla carica di vicepresidente e membro del CdA della società per dedicarsi a tempo pieno a nuove attività. In un’intervista, il management di Fastweb ha comunque confermato i target del piano 2005-07. Rassicurazioni che a detta degli analisti della prestigiosa banca potrebbero non frenare le reazioni emotive del mercato. “I timori di uscita dal capitale della società potrebbero penalizzare il titolo, anche se Micheli ha dichiarato che per il momento non intende cedere il 10% posseduto nella società”, spiegano gli esperti di Banca Leonardo nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com. “Notizie negative per Fastweb e Telecom Italia anche sul fronte della pressione tariffaria, con Tiscali che ha cominciato a commercializzare l’offerta di ADSL flat e Vo IP a 25 euro mese, regalando il canone di accesso”, aggiungono. Rating sell (titolo da vendere) confermato su Fastweb con target price a 35 euro.