1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fastweb, attività sotto indagine contribuiscono solo per l’1% su ebitda

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In aggiunta a quanto già riferito in precedenza sull’infondatezza delle notizie stampa circa l’inchiesta della Procura di Roma che vede coinvolta anche Fastweb, la tlc milanese ha puntualizzato che si tratta di un’indagine legata all’attività di alcuni gestori di servizi a pagamento che si avvalgono della rete di trasporto di operatori telefonici italiani, “tra i quali, con un ruolo del tutto marginale, Fastweb”. Il comunicato della società guidata da Stefano Parisi rimarca come si tratti di attività di natura ordinaria e, come tale, è svolta da numerosi operatori telefonici in Italia e all’estero. “Tale attività – recita la nota di Fastweb-, secondaria rispetto ai volumi d’affari della società, ha generato negli ultimi anni un modesto contributo al margine operativo lordo pari a circa l’1%”. Relativamente all’ipotesi di fatturazioni fittizie, Fastweb rimarca come per le prestazioni, materialmente effettuate, Fastweb ha emesso regolari fatture, registrate nei libri contabili in ottemperanza alla normativa fiscale vigente, e ha regolarmente effettuato gli adempimenti Iva. Infine, in riferimento alle false comunicazioni sociali, ” non si è mai verificata alcuna ipotesi di tal genere, tenuto conto che né la magistratura né gli organi di controllo hanno sollevato alcun rilievo nei confronti della società”.