1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Faro Consob sul titolo, FCA conferma contatti su operazioni. Rumor alleanza Volkswagen

Le quotazioni hanno guadagnato +24% in due settimane a causa dei rumor circolati a partire dallo scorso 14 agosto. Soltanto nelle ultime cinque sedute, le quotazioni sono balzate del 16%.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

FCA risponde alla Consob, che ha comunicato di aver acceso un faro sul titolo, che ha guadagnato +24% in due settimane a causa dei rumor circolati a partire dallo scorso 14 agosto. Soltanto nelle ultime cinque sedute, le quotazioni sono balzate del 16%.

La società, si legge nella nota, “riceve talvolta contatti in merito a possibili operazioni strategiche e valuta tali contatti conformemente ai suoi doveri verso gli stakeholder”.

In ogni caso, “per policy Fca non commenta le indiscrezioni di mercato e non intende commentare ulteriormente su eventuali contatti”.

Fiat Chrysler è chiara nel messaggio che invia alla Consob e afferma di “non avere altro da aggiungere a quanto già dichiarato in risposta a voci di mercato il 21 agosto” quando ha riferito di non essere stata “approcciata da Great Wall Motors riguardo al brand Jeep o ad altre questioni relative al suo business”, sottolineando di essere “pienamente impegnata nel perseguire il suo piano 2014-2018, di cui ha raggiunto ogni obiettivo alla data odierna e al cui completamento mancano solo 6 trimestri”.

Il rally di FCA ha portato il titolo scambiato sull’indice Ftse Mib di Piazza Affari a testare un nuovo record intraday, nella sessione di ieri, a 12,92 euro. Più debole il trend dell’azione nella seduta odierna, dopo un avvio di seduta superiore a +1%.

A incidere sugli acquisti delle ultime sessioni, l’appeal speculativo del titolo, a cui hanno messo il turbo nelle ultime sedute le indiscrezioni legate all’interesse del produttore cinese Great Wall Motors, e nuovi rumor su operazioni di spin off di Maserati e Alfa Romeo.

Il balzo della vigilia è stato rafforzato dalle voci secondo cui la prima mossa dell’azienda guidata da Sergio Marchionne dovrebbe essere lo scorporo di Magneti Marelli, azienda di componentistica controllata da Fiat Crysler al 100%, già entro la fine dell’anno, per una valutazione stimata attorno ai 4-5 miliardi di euro, che all’interno di FCA si spera di far arrivare fino a 7 miliardi.

Nelle ultime ore sono arrivati rumor anche su contatti tra FCA e il colosso tedesco Volkswagen volti a una eventuale produzione congiunta di veicoli commerciali leggeri. L’alleanza potrebbe essere strumentale anche allo sviluppo delle nuove versioni del camion di piccole dimensioni Amarok e del furgoncino Caddy.