I farmaceutici Us tra i beneficiari del vantaggio di Bush

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tra i settori per i quali si prevede uno spunto in avvio sui risultati elettorali favorevoli all’attuale presidente Bush c’è sicuramente quello farmaceutico. In pre apertura i maggiori titoli del comparto segnano decisi segni più. Tra i punti del programma del candidato democratico Kerry, vi è infatti la riduzione politica dei prezzi dei farmaci attraverso acquisti anche sul vicino mercato canadese. Nel pre mercato i titoli Pfizer e Merck guadagnano entrambi circa il 3%, mentre Bristol-Myers Squibb segna un rialzo vicino al 2%.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Consumi: spesa per benzina e gasolio cresce nel I trimestre (CSP)

Nel mese di marzo gli italiani hanno sborsato 4,7 miliardi di euro per l’acquisto di benzina e gasolio auto. Si tratta di un incremento del 14,4% rispetto allo stesso mese del 2016, corrispondente ad una maggiore spesa di 591 milioni. Una crescita ch…

BORSA ITALIANA

UniCredit aggrava il passivo giornaliero, -2% a 15,22 euro

Da poco scoccato mezzogiorno UniCredit aggrava il ribasso portando il passivo giornaliero a -2,05%, con il prezzo che scivola a 15,22 euro. Ieri il titolo ha avviato una correzione ribassista dopo il veloce allungo registrato nelle sedute di lunedì e…