Farmaceutici, analisti divisi nel breve termine

Inviato da Raffaele Serrecchia il Mar, 11/07/2006 - 12:01
Non c'è unità di vedute sull'andamento dei titoli farmaceutici nell'
immediato. Secondo JpMorgan infatti le prospettive dei colossi delle
medicine a breve sono interessanti in ragione dell'aumento degli utili,
spinti dalla crescita delle vendite, dall'apprezzamento del dollaro e dal
controllo sui costi. Meno ottimisti invece gli analisti di Morgan Stanley,
anche se rimangono possibilisti per quanto riguarda la performance di alcuni
titoli europei come Novartis. Si trova invece terreno comune sugli orizzonti
temporali più estesi. I sintomi in questo caso non sono affatto positivi.
Dall'analisi dei multipli condotta da Morgan Stanley emerge una revisione
dell'utile per azione medio del settore, che passa dalle precedenti stime al
14% ad uno stiracchiato 8%. Assumere con moderazione e per brevi periodi
quindi.
COMMENTA LA NOTIZIA