Facebook si veste di paillettes e lustrini: i luxury brand impazzano sul social network

Inviato da Micaela Osella il Ven, 19/11/2010 - 16:03

Paillettes e lustrini conquistano Facebook. Il social network più frequentato del momento si trasforma nella vetrina più desiderata al mondo, dove le aziende del lusso si vogliono far vedere, per la gioia dei fashion victim. Ed è Burberry, famosa per il trench reso indimenticabile da Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany, a fare centro, per prima: è la griffe più visitata su Facebook, con i suoi 3 milioni di fan, ringraziati personalmente dallo stilista Christopher Bailey con un artwork speciale.

Dalla sua creazione, la pagina del brand made in England ha impiegato dodici mesi per raggiungere la quota di un milione di fan, poi l'ascesa è stata rapidissima. In solo sei mesi la cifra è raddoppiata e ci sono volute altre quattro settimane perché gli iscritti alla pagina di Fb superasse la soglia tre milioni. Un traguardo che ha proiettato il brand britannico in vetta a questa singolare top ten dei luxury brand presenti sulla piattaforma virtuale. 
 Il primato di Burberry è insediato da vicino da Gucci, che vanta in questo momento 2.892.553 "mi piace". Sul gradino più basso del podio la francese Chanel con 2.337.217 fans. Seguono nella classifica dei brand del lusso più frequentati sul social network, Dolce & Gabbana, raggiunti da 1.820.237 fan per la prima linea e da 23.559 fan per D & G; Vuitton, con 1.653.534 fan e Versace che conta 14.787 visite e 3.094 per Versus.
Settimo posto per Armani che raccoglie 951.821 fan per la griffe Armani, 320.464 per A/X Armani Exchange, 43.966 per Emporio. Fuori classifica invece Prada: Miuccia e Patrizio Bertelli hanno scelto di "frequentare" né Facebook né Twitter, ma solo Youtube, dove i soli Prada Phone sono però tra i più visitati. Sembra quindi non conoscere sosta l'avanzata del social network più frequentato al mondo.
Solo una settimana fa Facebook ha superato eBay: il titolo di Fb vale vale oltre 16 dollari secondo SecondMarket, una piattaforma di trading per i titoli delle società non quotate a Wall Street: con una capitalizzazione di 41 miliardi di dollari, è diventata la terza maggiore società americana nel settore di Internet, collocandosi alle spalle di Amazon.com, il cui valore di mercato è di 74,4 miliardi di dollari, e Google, valutata 192,9 miliardi. E così sono girate a circolate a Wall Street le voci di un possibile sbarco in Borsa della creatura di Zuckerberg.
COMMENTA LA NOTIZIA