Facebook: Nomura scommette su futuro del titolo in Borsa, rating buy e tp oltre il prezzo Ipo

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 22/06/2012 - 14:55
Quotazione: FACEBOOK

Nomura scommette sul futuro di Facebook in Borsa, tanto che oggi ha avviato la copertura sul titolo con rating buy e target price di 40 dollari, oltre il prezzo dell'Ipo fissato a 38 dollari. Una decisione che va controcorrente rispetto al sentiment generale sul social network scaturito dopo l'Ipo flop ma che segue il recente rally dell'azione. Nelle ultime due settimane, infatti, Facebook ha incassato un guadagno del 22%, recuperando parte del terreno perso dalla sua quotazione a maggio.

Il giudizio
"Crediamo che Facebook continuerà a crescere e a conquistare quote nel mercato dell'online display adverstising (il mercato degli annunci pubblicitari display, ossia banner e video)". Questa la convinzione di Nomura, che lo ha portato a consigliare di acquistare il titolo del social network fissando un prezzo obiettivo a 40 dollari. Facebook raccoglie il 55% degli utenti online nel mondo e sta diventando sempre più sinonimo di social network, che rappresenta al momento la modalità più diffusa di trascorrere il tempo sul web. Una posizione dominante che, secondo il broker giapponese, gli consentirà di continuare ad attrarre pubblicità. "Ci aspettiamo che i ricavi pubblicitari di Facebook - stimano gli analisti nella nota di oggi - cresceranno a un tasso annuale del 21% da qui al 2016".

Nel lungo periodo
Sebbene nel breve termine, precisano a Nomura, il gruppo di Mark Zuckerberg presenta qualche difficoltà, nel lungo termine la situazione si evolverà creando miglioramenti a livello di utili. In un orizzonte temporale lungo, infatti, il social network più famoso al mondo dovrà dimostrare di essersi costruito una base solida per la crescita dei ricavi. Da qui, lo sforzo del gruppo di aumentare le funzionalità e i servizi del sito, con le ultime acquisizioni (Instagram e Face.com) e il tentativo di lanciarsi in nuovi ambiti, come quello della telefonia mobile.

Il titolo
Nelle ultime due settimane, Facebook ha registrato un progresso del 22% in Borsa. Un rally che permette al gruppo di Zuckerberg di risollevare la testa dopo l'Ipo flop e di scrollarsi di dosso l'etichetta di peggiore neo quotata dall'inizio del 2011. Collocata a 38 dollari, l'azione è salita fino a un massimo di 45 dollari per poi precipitare al minimo di 25,52 dollari a inizio giugno. Nelle ultime settimane il titolo è però risalito chiudendo il primo mese di contrattazione a Wall Street con un ribasso del 17,8%.

COMMENTA LA NOTIZIA