1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

F. Diodovich: l’oro pronto a nuovi allunghi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ottava decisamente positiva per le quotazioni dell’oro. Il programma di acquisto bond annunciato dalla Bce prima ed il peggioramento dello scenario macro statunitense poi, che rende quasi certa l’approvazione di un terzo round di allentamento quantitativo, nelle ultime sedute hanno sostenuto l’andamento del metallo giallo, salito ai massimi dallo scorso febbraio sopra quota 1.740 dollari l’oncia.

“Il superamento -si legge nel Commodities Focus di IG Markets Italia preparato da Filippo A. Diodovich- della resistenza a 1.717 ha creato i presupposti per un ulteriore allungo in direzione degli obiettivi situati a 1.763 ed a 1.791, picchi di febbraio”. “Flessioni fino a 1.677 -continua l’analista- non modificheranno le prospettive grafiche appena descritte e potrebbero essere imputabili solamente alla condizione di ipercomprato in cui si sono venuti a ritrovare i principali oscillatori di breve (RSI 14 sopra i 70 punti)”. “Discorso diverso invece in caso di cedimento del supporto a 1.677, preludio a un probabile ribasso fino a 1.644, dove al momento transita la media mobile a 200 sedute”.

Settimana all’insegna degli acquisti anche per il greggio statunitense, il Wti (+1,6% a 96,1$), sostenuto dal sentiment positivo delle piazze finanziarie e dall’inatteso calo, almeno nelle proporzioni, registrato dalle scorte a stelle e strisce. Gli stock monitorati dal Dipartimento dell’Energia la scorsa settimana hanno evidenziato una flessione di 7,4 milioni a 357,1 milioni di barili.

Secondo Diodovich “discese fino sul supporto a 94 resterebbero compatibili con l’ipotesi di realizzazione di un nuovo segmento rialzista fino 99,34, ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci della discesa dai picchi annuali, e 103,20. Indicazioni negative giungeranno invece con il cedimento di 94, preludio a una flessione fino sui sostegni in area 92”.