Exploit di Piazza Affari nella prima seduta della settimana, Ftse Mib chiude con un balzo del 3%

Inviato da Alberto Bolis il Lun, 19/11/2012 - 17:43
Quotazione: STMICROELECTRONICS
Quotazione: LEONARDO FINMECCANICA
Quotazione: UNICREDIT GROUP
Quotazione: MEDIASET
Quotazione: INTESA S.PAOLO
La Borsa di Milano ha chiuso in deciso rialzo con gli investitori che scommettono sul raggiungimento di un'intesa per quanto riguarda il fiscal cliff. Barack Obama, prima della partenza per la regione dell'Asia Pacifico, aveva dichiarato di aver avuto un incontro costruttivo con i leader del Congresso per dare il via alle trattative volte ad evitare il precipizio fiscale. Scongiurare il fiscal cliff significa anche allontanare i timori di una nuova recessione per la prima economia mondiale. Una spinta ulteriore è arrivata anche dal dato Usa sulle vendite di case esistenti di ottobre, cresciute a 4,79 milioni di unità mentre le attese erano ferme a 4,75 milioni. E' grande inoltre l'attesa per l'Eurogruppo di domani che dovrebbe decidere di sbloccare la tranche di aiuti da 31,5 miliardi di euro in favore della Grecia. Le divergenze sono con il Fmi, che chiede una riduzione del rapporto debito/Pil al 120% entro il 2020, mentre i ministri della zona euro puntano ad una dilazione di altri due anni. In questo quadro a Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha guadagnato il 3,05% a 15.308 punti.

STMicroelectronics è volata in cima al paniere principale con un balzo del 7,87% a 4,578 euro, risentendo della promozione di Ubs che ha portato la raccomandazione sul titolo della società italo-francese a neutral dal precedente sell. Ben comprata Finmeccanica (+4,85% a 3,758 euro) in scia alle dichiarazioni di Shigenobu Nagamori, Ceo della giapponese Nidec, leader mondiale nei motori elettrici industriali. L'Ad del colosso nipponico ha dichiarato di avere grande interesse per Ansaldo Energia. Mediaset si è risollevata dopo la brusca caduta della scorsa settimana mettendo a segno un progresso del 5,32% a 1,228 euro. Acquisti sostenuti sui titoli del comparto bancario: Intesa SanPaolo ha guadagnato il 4,05% a 1,233 euro, Ubi Banca il 3,93% a 2,80 euro, Monte dei Paschi il 3,80% a 0,204 euro, Banco Popolare il 3,73% a 1,139 euro, Unicredit il 3,94% a 3,486 euro, Popolare di Milano il 2,95% a 0,376 euro. Bene Luxottica (+3,64% a 30,18 euro) che, stando a quanto riportato da Il Sole 24 Ore, sarebbe molto vicina all'acquisizione di Salmoiraghi & Viganò. Atlantia ha invece indossato la maglia nera lasciando sul parterre l'1,83% a 12,33 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA