1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Exploit della Borsa di Milano, volano Intesa SanPaolo e Unicredit -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Exploit della Borsa di Milano, favorito dalle rassicurazioni cinesi e dall’andamento convincente di Wall Street. Questa mattina Pechino ha bollato come infondate le indiscrezioni riportate ieri sera dal Financial Times, secondo cui il gigante asiatico era pronto a ridurre la sua esposizione verso i bond governativi dell’Eurozona. Una presa di posizione che ha riportato il sereno anche Oltreoceano, dove ieri il Dow Jones aveva archiviato la seduta sotto i 10.000 punti per la prima volta da febbraio. E così a Piazza Affari il Ftse Mib ha guadagnato il 4,54% a 19.631 punti (massimi di giornata), mentre il Ftse All Share è avanzato del 4,30% a quota 20.216.

Rialzi consistenti sul comparto bancario guidato da Intesa SanPaolo (+6,99% a 2,18 euro) e Unicredit (+6,69% a 1,74 euro). Il gruppo Mi-To ha beneficiato delle parole dell’amministratore delegato, Corrado Passera, che si è detto ottimista sulla quotazione della controllata Fideuram. L’istituto di piazza Cordusio dovrebbe presentare, entro tre settimane, la propria candidatura per ottenere una delle due licenze all’esercizio dell’attività bancaria in Libia.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

WALL STREET

Borse Usa partono deboli, l’outlook spinge Big Lots

Dopo aver aggiornato i massimi storici, Wall Street parte debole in vista del weekend lungo a causa del Memorial Day (lunedì prossimo mercati chiusi). Nei primi scambi il Dow Jones segna un rosso dello 0,07% mentre S&P500 e Nasdaq scendono entrambi d…

MERCATI

Banche e oil continuano a penalizzare le borse europee

Rosso di mezzo punto percentuale per l’indice Stoxx 600, penalizzato dalle vendite che stanno colpendo il comparto bancario (-1,31% per l’indice di riferimento), gli energetici (-1,16%) e l’automotive (-0,99%).

All’indomani del meeting dell’Opec …