Exor, lo short appare congruo in termini di risk/renard

Inviato da Riccardo Designori il Lun, 24/09/2012 - 10:31
Quotazione: EXOR
Pesante segno meno quest'oggi anche per Exor. Il titolo della holding si allinea così al clima di vendita che aleggia su Piazza Affari e sulla galassia Fiat. Negli ultimi minuti, la flessione odierna ha permesso al titolo di generare un segnale di vendita sulla carta interessante. Il riferimento specifico è alla violazione, che tuttavia dovrà trovare conferma in chiusura di seduta, dei supporti dinamici espressi dalla trendline ascendente di breve tracciata con i minimi del 9 e del 19 settembre. L'indicazione di vendita assume un significato maggiore in quanto la recente progressione dei corsi azionari ha spinto il titolo Exor in prossimità dei massimi 2012 registrati lo scorso 16 marzo a 20,34 euro. Il 14 settembre l'azione è arrivata a toccare i 20,20 euro. Proprio la difficoltà a proseguire l'ascesa una volta arrivato sopra i 20 euro ha evidenziato la solidità strutturale delle resistenze statiche di area 20,30 euro. Un veloce ritracciamento verso area 18,60 euro, livello ove attualmente si registra il transito dei supporti dinamici espressi dalla trendline ascendente d i medio termine tracciata con i minimi del 27 giugno e del 24 luglio appare plausibile. In base a queste considerazioni, chi volesse prendere in considerazione l'implementazione di una strategia ribassista di matrice speculativa potrebbe posizionarsi in vendita a 19,74 euro. Con stop posizionato a 20,36 euro, il primo target si avrebbe a 19 euro mentre il secondo a 18,60 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA
kassandra17 scrive...
 

EXOR

Exor

Ocer58 scrive...
primipassi scrive...
berrettorosso1 scrive...