1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Eurozona: Riddell (M&G), verso la fine dell’euro -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Un altro modo in cui gli squilibri competitivi potrebbero essere eliminati è attraverso un’inflazione più alta nei Paesi del nord Europa che in quelli del sud” ma “la Germania sembrerebbe essere completamente contraria”. “L’unica alternativa per evitare una disintegrazione dell’Eurozona sembrerebbe essere francamente un default all’interno dell’euro”.

Per quanto riguarda i costi di un’operazione simile “alcuni stimano oltre mille miliardi di euro, ma in realtà è del tutto impossibile dirlo e dipenderebbe dal tipo di crollo dell’euro, se fosse disordinato, molto disordinato o disordinato a livelli impensabili”. “Smantellare l’unione monetaria, che sembra essere la migliore soluzione nel lungo termine, sarà certamente molto molto più complicato rispetto a molti precedenti storici di tassi di cambio fissi smantellati”. La buona notizia è che in genere “i Paesi registrano un’importante ripresa economica dopo che i tassi di cambio fissi sono abbandonati”.