Eurozona: Riddell (M&G), verso la fine dell'euro -1-

Inviato da Luca Fiore il Lun, 21/05/2012 - 12:48
"Affinché l'Eurozona rimanga integra nel lungo termine, è richiesta un'unità fiscale totale, e quindi l'abolizione della sovranità individuale", si legge in un rapporto su Eurolandia preparato da Michael Riddell, vice gestore del fondo M&G Global Macro Bond. Riddell però ammette che "al momento, sembra che l'Europa si stia muovendo nella direzione opposta".

"Al nocciolo del problema dell'Eurozona, come noi sosteniamo da tempo insieme a molti altri, ci sono le grandi differenze di bilancio attuali e le disparità competitive tra gli Stati membri dell'Eurozona. Questi squilibri devono essere eliminati". "Finora, il piano è stato di ridurre le disparità di bilancio attraverso l'austerità, che riduce le importazioni e ripristina la bilancia commerciale, ma gli effetti collaterali sono dolorosi: crollo della domanda interna, recessione, e, quindi, potrebbe risultare in più alti livelli di debito pubblico".
COMMENTA LA NOTIZIA