Eurozona, Pmi servizi scende a 57,1 punti in agosto

Inviato da Carlotta Scozzari il Mar, 05/09/2006 - 11:41
L'indice Rbs/Ntc delle attività del terziario nella zona euro è sceso dai 57,9 punti di luglio ai 57,1 di agosto, indicando un ulteriore rallentamento del tasso di crescita dal picco massimo in sei anni registrato a giugno. Il tasso di crescita è stato il più debole da gennaio, anche se resta ancora elevato rispetto ai parametri storici dell'indagine. "Anche se il settore del terziario ha subito un ulteriore rallentamento dal picco massimo registrato a giugno grazie ai Campionati mondiali di calcio - commenta Kevin Gaynor, head of Gbm Economics & Rates Research di Royal Bank of Scotland - è incoraggiante osservare che il tasso di crescita delle attività rimane elevato e ben al di sopra della media di lungo periodo dell'indagine. Allo stesso modo, il tasso di crescita delle nuove commesse ha continuato ad aumentare a un livello tale che, non solo ha portato ad un ulteriore sostanziale incremento degli ordini inevasi, ma, fatto questo molto più importante, ha anche contribuito a generare nuovi posti di lavoro nel settore. Così come il livello di attività, anche gli aumenti dei nuovi ordini, delle commesse inevase e dell'occupazione sono risultati inferiori alle punte massime registrate all'inizio dell'anno, anche se rimangono ancora compatibili con un terziario vigoroso che, a sua volta, dovrebbe sostenere il trend di crescita del Pil nel terzo trimestre. L'indagine di agosto inoltre non fornisce alcuna prova del fatto che il recente rallentamento della crescita sia legato a qualcosa di più della naturale correzione dei livelli massimi raggiunti durante i Mondiali di calcio".
COMMENTA LA NOTIZIA