1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Euro/sterlina, in completamento un testa e spalle

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La battuta d’arresto dell’euro nei confronti delle principali valute, fa eccezione il franco svizzero sostenuto artificialmente sopra la soglia di 1,20 dalla Banca centrale elvetica, sta portando la divisa unica del Vecchio Continente a completare un testa e spalle. Si tratta di una tipica figura di matrice ribassista. Le vendite che hanno attanagliato l’euro tra ieri e oggi hanno infatti fatto scivolare il cross sotto i supporti dinamici offerti dalla trendline ascendente tracciata con i minimi crescenti del 26 maggio e del 5 agosto. Violati i supporti statici posti a 0,86435, ora la lotta è sui supporti statici presenti a 0,8611. Si tratta dell’ultimo appiglio grafico prima della certezza del completamento del pattern di vendita. Partendo da questi presupposti e considerando il rischio per la valuta continentale dato dal possibile default della Grecia, l’apertura di una strategia di stampo ribassista potrebbe risultare interessante. In tal senso vendita effettuate in prossimità di 0,8670 prevedono lo stop con balzi oltre i 0,8750. Il target intermedio è a 0,8360 e quello finale, ottenuto estendendo completamente al ribasso l’ampiezza della figura, è a 0,8210.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.