1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Europa: settembre sarà un mese ancora più turbolento, parola di Nomura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Se agosto vi è sembrato un mese da cardiopalma per i mercati finanziari e le sorti dell’Europa, prendete un tranquillante perchè settembre sarà peggio. Parola di Nomura. “Sebbene agosto abbia visto tensioni sui mercati e nella politica dell’Eurozona, crediamo che sia stato un periodo di calma in confronto a ciò che ci aspettiamo di vedere a settembre”, sostiene il broker giapponese in un recente report. A preoccupare sono le incertezze sulle prossime manovre che dovranno essere adottate contro la crisi del debito sovrano e l’intensa agenda che movimenterà le prossime settimane e che potrebbe segnare importanti svolte nel futuro dell’Eurozona.


Ancora incertezze sulle misure da adottare
Nomura guarda con preoccupazione al sentimento sempre più critico che si solleva in Germania per quanto riguarda il sostegno dell’Europa ai Paesi periferici, a cui si scontra la pressione dei mercati nell’adozione degli eurobond o nell’ampliamento del fondo salva-Stati (l’European Financial Stability Facility). Ma non solo. Il broker vede anche alcune difficoltà della Grecia nel rispettare gli impegni presi per continuare ad ottenere gli aiuti dai Paesi membri. “In altre parole, crediamo che stiamo per entrare in un periodo critico per l’Eurozona e che la minaccia di un fallimento ora rispetto a un anno fa è al massimo da quando è iniziata la crisi”, dichiarano gli analisti.

L’intensa agenda macro
Ecco gli appuntamenti cruciali delle prossime settimane:


5 settembre:              Incontro dei ministri delle finanze europei (Ecofin)
6 settembre:              Inizio del dibattito al Parlamento della Finlandia su possibile espansione dell’Efsf
9 settembre:              Scadenza accodo tra Grecia e i creditori del settore privato sulle svalutazioni
12 settembre:            Consiglio europeo
16-17 settembre:       Riunione informale dell’Ecofin (in Polonia)
18 settembre:             Elezioni regionali a Berlino
II metà di settembre:  Ratificazione parlamentare dell’espansione dell’Efsf

22-23 settembre:       Riunione dei ministri delle Finanze del G20
24-26 settembre:       Assemblea annuale del Fondo monetario internazionale
26 settembre:             Scioglimento del Parlamento spagnolo in vista delle elezioni anticipate

Primi di ottobre:         Possibile esecuzione della svalutazione del debito greco
17-18 ottobre:           Consiglio europeo



1 novembre:              Mario Draghi assume la carica di presidente della Banca centrale europea

3-4 novembre:          Summit G20
20 novembre:            Elezioni in Spagna
Fine novembre:         Quarta missione della Troika per verificare il progresso delle riforme in Grecia