1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Europa nel segno più anche dopo attentati a Londra

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Déjà vu, quello vissuto oggi dai mercati finanziari europei. La notizia di nuove esplosioni nella metropolitana di Londra, e su un autobus, sembrava la ripetizione esatta di quello che era successo lo scorso 7 luglio. Gli attacchi di oggi (quattro esplosioni contemporanee in diverso punti della città) non hanno causato grossi danni, ma hanno avuto un effetto intimidatorio anche in Borsa, e le stesse autorità hanno definito l’episodio come molto serio. I listini hanno tenuto bene, anche se la volatilità è salita parecchio a testimonianza del nervosismo che serpeggiava tra gli operatori. Sul mercato dei cambi la moneta unica europea ha vissuto una buona giornata, grazie all’annuncio della Cina di aver sganciato lo Yuan dal rapporto di cambio fisso esclusivo con il dollaro. Lo Yuan sarà legato ora a un paniere più ampio di valute, anche se il cambio fisso seppur rivalutato sarà mantenuto. Sul fronte delle materie prime il petrolio ha alzato nuovamente la testa, anche se il barile mantiene un prezzo calmierato. A fine giornata il Cac40 di Parigi ha chiuso in rialzo dello 0,16%, il Dax30 di Francoforte ha guadagnato lo 0,95% mentre l’Aex25 di Amsterdam si è fermato a +0,09%. Chiusura poco sopra la parità per la piazza di Londra.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Articolo IV sull'Eurozona

Fmi, monito all’Italia: “Introduca salario minimo”

L’Italia deve introdurre un salario minimo nelle regioni, potenzialmente differenziato. A scriverlo il Fondo monetario Internazionale del rapporto Articolo IV sull’Eurozona in cui fornisce una serie di raccomandazioni al nostro …

Osservatorio sul precariato dell'Inps

Inps: crescono assunzioni nei primi cinque mesi, +9,8%

Crescono le assunzioni nel periodo gennaio-maggio 2018 secondo i dati contenuti nell’Osservatorio sul precariato dell’Inps, riferiti ai soli datori di lavoro privati. Il dato segna un +9,8% rispetto ad un …