1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Europa: per Marc Faber possibile correzione del 20% dei mercati azionari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dr. Doom non usa mai mezze misure.

Dopo la view mensile sugli
Usa ripresa ad inizio settimana da Finanza.com nell’articolo “Puntatemi
una pistola alla testa e vi dirò short
“, (visione che evidenziava una sostanziale indecisione per il
futuro del mercato azionario americano), oggi tocca all’equity europea. E in
questo caso la previsione del guru sul Vecchio continente è decisamente meno
ambigua.

Possibile ritracciamento
in arrivo

Dopo il forte rally degli ultimi 3 mesi, secondo Marc Faber ci troviamo di
fronte ad una possibile correzione degli indici europei di circa il 10/20%. Tale
previsione è stata espressa nella notte ai microfoni di CNBC Asia.

 

Faber, noto ai più per essere un inguaribile pessimista sui
mercati internazionali, sostiene di aver assunto una posizione rialzista
sull’Europa ad inizio giugno, proprio in corrispondenza dei minimi del mercato.
Ora sono negativo sulle azioni europee per i prossimi 3 mesi” ha
sentenziato l’esperto precisando però l’intenzione di sfruttare un eventuale ritracciamento
del mercato azionario per incrementare le proprie posizioni di portafoglio.


Lontani dai depositi
bancari

L’autore della newsletter di culto “The Gloom, Boom
& Doom
” ha anche espresso il proprio parere sulla futura tenuta
dell’Eurozona. Alcune nazioni potrebbero effettivamente essere costrette a
lasciare la moneta unica. Ma anche in questo caso questo fattore potrebbe
comunque favorire, almeno nel medio termine, l’andamento dei mercati
finanziari. Per Faber un investitore di un Paese periferico europeo, in questo
particolare momento storico, è quasi costretto a favorire l’investimento
azionario rispetto ai depositi bancari ritenendo quest’ultimi maggiormente
rischiosi.

Eurozona a rischio? Possibilità di
ingresso sull’azionario

Uno dei passaggi più inquietanti, almeno dal nostro punto di
vista, è relativo al futuro di Eurolandia. “Anche nel caso peggiore, ossia
se l’euro dovesse collassare e Paesi come Italia e Spagna dovessero abbandonare
l’Eurozona, i mercati finanziari di questi Paesi sarebbero destinati a
salire” ha sentenziato Dr. Doom.

Una consolazione veramente magra per i cittadini e gli investitori
domestici che, in questo sciagurato scenario, si troverebbero ad affrontare una
devastante svalutazione della propria valuta e dei propri possedimenti. Il
tutto con buona pace delle previsioni spesso “meramente filosofiche” di Dr. Doom.