1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

L’Europa lima sul finale ma chiude nel segno più

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul mercato europeo la giornata è stata una tipica seduta della settimana di ferragosto, che da tradizione è caratterizzata da scambi scarsi, poche notizie societarie e la quasi assenza di spunti operativi rilevanti. Sul mercato dei cambi la moneta unica è apparsa stabile sul dollaro, rafforzandosi invece sullo yen, dopo l’annuncio di elezioni anticipate in Giappone. Prosegue invece il rafforzamento del prezzo del petrolio tra le materie prime, con un nuovo record storico a 64 dollari al barile sulla piazza di New York.
Tra i titoli migliori del listino spiccano la spagnola Repsol, Eni e Total, sostenute dal caro-petrolio, ma hanno fatto bene anche: Saint Gobain, DaimlerChrysler e Banco Bilbao. Al termine della seduta Parigi ha messo a segno un rialzo dello 0,44%, Francoforte ha guadagnato lo 0,22% mentre Amsterdam si è fermata a +0,03%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
Articolo IV sull'Eurozona

Fmi, monito all’Italia: “Introduca salario minimo”

L’Italia deve introdurre un salario minimo nelle regioni, potenzialmente differenziato. A scriverlo il Fondo monetario Internazionale del rapporto Articolo IV sull’Eurozona in cui fornisce una serie di raccomandazioni al nostro …

Osservatorio sul precariato dell'Inps

Inps: crescono assunzioni nei primi cinque mesi, +9,8%

Crescono le assunzioni nel periodo gennaio-maggio 2018 secondo i dati contenuti nell’Osservatorio sul precariato dell’Inps, riferiti ai soli datori di lavoro privati. Il dato segna un +9,8% rispetto ad un …