Europa: Fmi, crisi a un punto critico. Invito a fare di più

Inviato da Valeria Panigada il Mer, 18/07/2012 - 15:45
La crisi dell'Eurozona "è peggiorata" e ora è "a un punto critico". Lo ha ribadito oggi il Fondo monetario internazionale in un rapporto sul Vecchio continente, invitando le autorità europee a fare di più. "la crisi della zona euro si è intensificata - si legge nel rapporto - Legami avversi tra banche, debiti sovrani ed economia reale sono peggiorati, guidando i costi di finanziamento dei titoli di Stato e il premio sul rischio a livelli record". L'Fmi conferma che il Prodotto interno lordo dell'Eurozona si contrarrà quest'anno dello 0,3%, per poi risalire l'anno prossimo dello 0,7% con una inflazione attesa sotto il livello del 2% fino al 2014. Di fronte a questo scenario, l'Fmi accoglie con favore le misure finora adottate dalle autorità europee, compreso il taglio dei tassi operato nell'ultima riunione dalla Banca centrale europea e il piano di estensione dei fondi salva-stati, ma allo stesso tempo le invita a fare di più. "Sollecitiamo l'attuazione tempestiva e completa delle importanti iniziative concordate al vertice dei leader europei nel mese di giugno, così come un'azione collettiva per rafforzare la risposta alla crisi e mitigare ricadute", si legge nella nota. Il fondo sottolinea l'urgenza a completare la riforma dell'unione bancaria e l'integrazione fiscale e mettere in atto riforme strutturali. "Queste sono le responsabilità della zona euro nel suo complesso e di ogni singolo Stato membro", ricorda l'Fmi.
COMMENTA LA NOTIZIA