1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Europa: dazi sulle scarpe cinesi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dal Corriere della Sera: La Commissione europea ha deciso di varare dei dazi sull’importazione di calzature da Cina e Vietnam. Le dogane dell’Unione, a partire dal 7 aprile, applicheranno per cinque mesi un prelievo progressivo sulle scarpe cinesi che partirà dal 4,8% per arrivare al 19,4%. Mano solo leggermente meno pesante con il Vietnam. Il provvedimento esclude i prodotti per bambini e l’assortimento per lo sport. Dopo otto mesi di contrattazioni il commissario al Commercio Mandelson è riuscito dunque a ottenere l’inserimento delle scarpe nella lista di prodotti orientali da penalizzare. Sul fronte energia non c’è stato invece alcun incontro tra Silvio Berlusconi e il premier francese Jacques Chirac. Il primo si è limitato a dire che “le posizioni sono chiare e la Commissione ne è al corrente. Si tratta di affermare che c’è un mercato unico in Europa” mentre il secondo si è difeso: “Le concentrazioni non si possono fare solo su un approccio puramente finanziario”. Sull’energia in generale è prevalso il liberismo, a parole, dell’Unione europea, con i 25 capi di Stato presenti all’incontro in cerca di un accordo su gas e petrolio. Berlusconi è uscito da tale incontro con la certezza che: “”I leader dela Ue sono tutti d’accordo. Il futuro è nel nucleare”. parole implicitamente smentite ancora prima di essere pronunciate dal cancelliere austriaco e presidente di turno della Ue che, pochi minuti prima di Berlusconi rendeva note le posizioni del suo Paese: “L’Austria non ha e non avrà impianti nucelari”.