1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

L’Europa chiude nel segno del rosso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura in rosso per le principali borse europee, che hanno dovuto fare i
conti con i dati deludenti sulla disoccupazione negli Usa. Nonostante i
senza lavoro a dicembre siano diminuiti, la locomativa statunitense non è
riuscita a creare nuovi posti di lavoro attesi (150mila ndr), ma solo 1.000.
Nel Vecchio continente i riflettori sono stati tutti per i titoli
petroliferi. Neppure l’ennesimo strappo al rialzo del prezzo del petrolio è
riuscito a far recupere terreno al comparto, e in modo particolare a Royal
Dutch e Shell, che hanno perso oltre il 7% dopo che la Shell ha annunciato
di aver rivisto al ribasso le riserve, che adesso ammontano a 16 miliardi di
barili contro i 20 miliardi di barili iscritti nel bilancio 2002. Bilancio
positivo, invece, per la tecnologia con Nokia che ha ricevuto una serie di
upgrade dalle principali banche d’affari. Sotto pressione i titoli
automobilistici, soprattutto quelli tedeschi, che hanno dovuto fare i conti
con l’ennesimo deprezzamento del dollaro nei confronti dell’euro, ceh ha
toccato il nuovo massimo storico a 1,2853. Il Cac40 ha ceduto lo 0,50%, il Dax lo 0,72% e il Ftse lo 0,62%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee chiudono piatte

Dopo una prima parte incerta, chiusura di ottava intorno alla parità per le borse europee. Tra le cause della risalita troviamo le indicazioni migliori delle stime arrivate dai dati macro: …

USA

Wall Street apre sotto la parità

Apertura in flessione per Wall Street in scia alle nuove minacce della Corea del Nord di un possibile lancio missilistico. Col riemergere delle tensioni geopolitiche torna la cautela sui listini …