1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

L’Europa chiude nel segno del rosso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura in rosso per le principali borse europee, che hanno dovuto fare i
conti con i dati deludenti sulla disoccupazione negli Usa. Nonostante i
senza lavoro a dicembre siano diminuiti, la locomativa statunitense non è
riuscita a creare nuovi posti di lavoro attesi (150mila ndr), ma solo 1.000.
Nel Vecchio continente i riflettori sono stati tutti per i titoli
petroliferi. Neppure l’ennesimo strappo al rialzo del prezzo del petrolio è
riuscito a far recupere terreno al comparto, e in modo particolare a Royal
Dutch e Shell, che hanno perso oltre il 7% dopo che la Shell ha annunciato
di aver rivisto al ribasso le riserve, che adesso ammontano a 16 miliardi di
barili contro i 20 miliardi di barili iscritti nel bilancio 2002. Bilancio
positivo, invece, per la tecnologia con Nokia che ha ricevuto una serie di
upgrade dalle principali banche d’affari. Sotto pressione i titoli
automobilistici, soprattutto quelli tedeschi, che hanno dovuto fare i conti
con l’ennesimo deprezzamento del dollaro nei confronti dell’euro, ceh ha
toccato il nuovo massimo storico a 1,2853. Il Cac40 ha ceduto lo 0,50%, il Dax lo 0,72% e il Ftse lo 0,62%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Wall Street: avvio positivo, focus su Fed e Trump

Wall Street si muove in rialzo per la quarta seduta consecutiva, senza mostrare particolari scossoni dopo l’esplosione all’Arena di Manchester ieri sera, che ha provocato la morte di una ventina di persone. A pochi minuti dal suono della campanella, …

MERCATI

Borse europee: partenza fiacca dopo esplosione a Manchester

Le Borse europee, hanno aperto appena sotto la parità, in scia ai ribassi dei listini asiatici con la piazza aizonaria di Tokyo che ha chiuso in moderato calo (-0,30%), peggiorando sul finale dopo la notizia di un sospetto attacco terroristico a Manc…