1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

L’Europa chiude male una sessione in altalena

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura all’insegna dell’incertezza per le principali piazze del Vecchio continente. Dopo un buon avvio di giornata i listini europei si sono indeboliti in seguito all’apertura di Wall Street. Anche se molti indici europei hanno subito una battuta d’arresto nel finale di giornata, non sono mancati i guadagni che sono arrivati dai retailers come la società svizzera dei beni di lusso Richemont che ha guadagnato oltre i due punti percentuali. L’altro settore che ha fatto registrare i maggiori rialzi è stato quello minerario: in luce l’inglese Kingfisher, anche quest’ultima in progresso di oltre il 2%. La maglia nera dei peggiori in Europa l’hanno indossata oggi il settore farmaceutico e tecnologico. Il Dax ha chiuso intorno alla parità, in rialzo dello 0,07%, il Cac40 ha perso lo 0,27%, mentre a Zurigo lo Smi ha chiuso in perdita dello 0,42%.