L'Europa chiude debole, H&M appesantisce i retailers

Inviato da Luca Fiore il Mer, 29/09/2010 - 19:20
Con gli indici europei deboli, giornata negativa per il comparto retail, che ha visto lo stoxx di riferimento perdere l'1,3% e scendere a 278,51 punti. A condizionare negativamente l'andamento del settore le indicazioni arrivate dal colosso svedese Hennes & Mauritz, il cui titolo con un calo del 6,45% si è portato a 242,30 corone.

Nel terzo trimestre i profitti di H&M hanno registrato una crescita del 23% a 4,24 miliardi di corone svedesi, pari a 463 milioni di euro. Deluse le attese degli analisti che avevano pronosticato un utile sopra quota 4,5 miliardi.

I ricavi hanno raggiunto quota 26,89 miliardi di corone (2,93 mld), +14% rispetto all'analogo trimestre 2009 e +11% per il dato "comparable". A penalizzare i conti l'andamento dei margini, risultati sotto le attese.

Sul listino londinese debole Tesco, che ha lasciato sul campo lo 0,17%, mentre a Parigi PPR è arretrata dello 0,35% e Carrefour Supermarche ha visto il titolo perdere l'1,36%.
COMMENTA LA NOTIZIA