1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Europa: analisti, Bce sempre più vicina a un taglio dei tassi. Disoccupazione al 12,1%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le indicazioni arrivate oggi dal fronte macroeconomico europeo, con un forte calo delle pressioni inflazionistiche e una debolezza dell’economia reale, daranno ulteriori elementi al governatore della Banca centrale europea (Bce), Mario Draghi, per intervenire con stimoli all’economia. In linea con il consensus gli analisti di IG sostengono che nella riunione in programma giovedì 2 maggio a Bratislava il Consiglio Direttivo dovrebbe tagliare il costo del denaro di 25 punti base dallo 0,75% allo 0,50% (ultimo taglio nel luglio 2012). “Non è inoltre da escludere che nella conferenza stampa successiva alla decisione sui tassi Draghi possa introdurre uno spiraglio a ulteriori misure non convenzionali per sostenere la liquidità delle banche e rilanciare il mercato del credito, agevolandone l’accesso soprattutto alle piccole e medie imprese” afferma Filippo Diodovich, market strategist di IG. Questa mattina l’Eurostat ha comunicato che l’indice dei prezzi al consumo ha registrato un aumento, nel mese di aprile, dell’1,2% su base annuale. Preoccupanti anche i dati sulla disoccupazione soprattutto nei paesi della periferia. A marzo il tasso di disoccupazione si è attestato in Spagna al 26,7%, in Grecia al 27,2% (dato del mese di gennaio), in Portogallo al 17,5% e in Italia all’11,5%. Allarmante la situazione della disoccupazione giovanile (under 25 anni) in Spagna il tasso è pari al 55,9%, in Italia al 38,4% e in Portogallo al 38,3%.