Euromobiliare promuove le banche italiane a overweight

Inviato da Redazione il Gio, 31/01/2008 - 12:23
Da quando è scoppiata, la scorsa estate, la ormai "celebre" crisi dei mutui suprime in America c'è un settore che più degli altri ha pagato a caro prezzo questa bufera, finendo più e più volte, sul banco degli imputati a livello internazionale: il comparto finanziario. Oggi, come era già accaduto nel mese di ottobre, Euromobiliare ha deciso di promuovere il settore bancario italiano, portando la raccomandazione da "neutral" a "overweight". "Dal nostro upgrade a neutral di ottobre il settore ha sovraperformato l`Eurostoxx bancario del 6% - commenta il broker - per il carattere decisamente più difensivo (nessuna esposizione ai subprime o rischi di mercato, elevato funding retail)". Per l'anno in corso gli esperti di Euromobiliare hanno incorporato uno scenario più conservativo per tener conto della crisi e hanno ipotizzato minori commissioni da asset management, minor trading e maggiori rettifiche su crediti. Ne risulta un utile 2008 in calo del 3%. A livello delle singole società: Unicredit e Banca popolare di Milano (-3%), Intesa Sanpaolo, Mediobanca e Banco Popolare in flessione del 2%, Ubi banca (-1%) e Monte Paschi di Siena (-5%). "Sui multipli post revisione il settore ci sembra sottovalutato - aggiungono gli esperti - portiamo il peso del settore a overweight, inserendo nel portafoglio raccomandato Intesa Sanpaolo con un rating "buy". Unicredit, Banco Popolare e Banca popolare di Milano sono le altre "best pick".
COMMENTA LA NOTIZIA