1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Euromobiliare mantiene anche in febbraio view positiva sull’azionario italia

QUOTAZIONI Unicredit
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Anche in febbraio Euromobiliare mantiene una view positiva sul mercato azionario italiano. “Il secondo mese del 2008 si è concluso con una frenata dei principali listini italiani (S&P/Mib40 in flessione dell’1,97% il Midex -0,83%) – spiegano gli analisti – mentre dal fronte macroeconomico internazionale lo scenario è spaccato in due: oltreoceano la strategia della Federal Reserve (Fed) appare chiara. Il numero uno della Fed, Ben Bernanke, è contro un approccio graduale perché crede che per la gravità della situazione occorra un’azione incisiva. Per questa ragione ha lasciato intendere di essere pronto a tagliare nuovamente il costo del denaro americano. Di tutt’altra idea la Banca centrale europea, che continua a mantenere una politica attendista”. Delineato il quadro di fondo, Euromobiliare spiega nella sua periodica nota mensile che “da fine gennaio abbiamo una visione positiva sui listini milanese, giustificata dal fatto che alcune metriche di valutazione che riteniamo più affidabili in una fase di rallentamento economico segnalano una forte sottovalutazione delle azioni”. La Sim italiana passa in rassegna anche i gruppi di “qualità”, come Unicredit, Mediobanca o i cementieri, che secondo le sue stime trattano vicino al book value e quando il dividend yield medio (4,4%) ritorna ai livelli del 1985, crediamo sia arrivato il momento di comprare. “A livello settoriale sovrappesiamo i finanziari – continua il broker – e per contro sottopesiamo le utility, perché se, come pensiamo, nel secondo semestre del 2008 il mercato inizierà a scontare una ripresa negli Stati Uniti i tassi a lungo termine potrebbero salire repentinamente”. Infine, Eurmobiliare precisa che nel portafoglio raccomandato – recommend portfolio – il peso delle azioni è rimasto al 97,2% rispetto a un benchmark del 95%.