Eurogruppo: 30 mld subito a banche spagnole, Bce agente del fondo salva stati per acquisto bond

Inviato da Titta Ferraro il Mar, 10/07/2012 - 09:35
Forte sostegno di Bruxelles alla Spagna. L'Eurogruppo di ieri sera, terminato verso le 2 di notte, ha sancito importanti passi avanti nel sostegno a Paese iberico. In primo luogo una prima tranche di aiuti da 30 miliardi di euro andrà alla banche spagnole entro la fine di luglio. La Spagna, come già trapelato nel primo pomeriggio di ieri, ha ottenuto anche la proroga di un anno per riportare il proprio deficit di bilancio sotto al soglia del 3%. Le nuove tappe di rientro del deficit, che dovrà quindi scendere sotto il 3% non più nel 2013 ma nel 2014, sono di un rapporto deficit/Pil al 6,3% quest'anno, al 4,5% il prossimo e il 2,8% a fine 2014. Il commissario agli Affari economici e finanziari, Olli Rehn, ha precisato che tale decisione verrà formalizzata dall'Ecofin previsto oggi.

La Spagna aveva già rivisto il proprio obiettivo di deficit per quest'anno al 5,8% dal 5,3% indicato in precedenza e si è impegnata a varare nuove misure per ridurre il proprio disavanzo pubblico. Il Paese iberico aveva archiviato il 2011 con un deficit all'8,9% del Pil.

Bce agente del fondo salva stati per acquisto bond
La Banca centrale europea (Bce) agirà come agente del fondo salva Stati Efsf-Esm per l'acquisto di bond sul mercato secondario, in funzione anti-spread. L'istituto di Francoforte potrà quindi intervenire sui mercati secondari per conto del fondo salva stati, senza quindi intaccare il proprio bilancio e con i rischi sempre a carico del fondo salva stati. "Riaffermiamo il nostro forte impegno a fare tutto il necessario per garantire la stabilità finanziaria  dell'area dell'euro - si legge nel comunicato ufficiale diffuso questa notte - in particolare attraverso l'uso flessibile ed efficiente degli attuali strumenti Efsf/Esm per gli Stati membri che rispettano le raccomandazioni, gli impegni e le tabelle di marcia concordate sotto il semestre europeo, nel patto di stabilità e di crescita e nelle procedure d'infrazione".

Juncker confermato a presidenza Eurogruppo, in board Bce entra Mersch
Capitolo nomine. Jean Claude Junker è stato confermato alla presidenza dell'Eurogruppo per altri due anni e mezzo. Lo stesso Juncker ha però precisato che terminerà il suo nuovo mandato prima dei 2 anni e mezzo formalmente previsti, ossia a inizio 2013. I ministri finanziari dei 17 paesi dell'area euro hanno poi nominato il lussemburghese Yves Mersch come nuovo membro del comitato esecutivo della Bce. Mersch prenderà il posto dello spagnolo José Manuel Gonzalez Paramo, il cui mandato di otto anni era scaduto il 31 maggio.

 

COMMENTA LA NOTIZIA