1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Euro/franco svizzero, le indicazioni della Bce fanno da buy al cross

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I minimi storici toccati dall’euro nei confronti della valuta svizzera a cavallo tra fine dicembre e la prima decade di gennaio in prossimità di 1,2415 potrebbero essere stati definitivamente abbandonati nel medio termine. Il cambio ha infatti generato una chiara candela rialzista a favore della moneta unica del Vecchio Continente giovedì scorso, giorno in cui gli investitori hanno tratto spunto dalle parole del Governatore Jean Claude Trichet circa le future mosse dell’istituto di Francoforte sui tassi di interesse. In particolar modo la candela del 3 marzo ha permesso di oltrepassare con decisione le resistenze statiche di breve a 1,2894. Il trend segnava peraltro già delle indicazioni long a favore dell’euro da quando il cambio aveva rotto la trendline ribassista disegnata con i top del 14 e 16 febbraio. La violazione aveva già visto il pull back tecnico della violazione con i minimi intraday del 2 marzo a 1,2757. Anche le medie mobili giocano a favore di un’operatività long di euro: sia la media a 14 che a 55 periodi del grafico giornaliero sono state incrociate dal basso verso l’alto. Partendo da tali presupposti è dunque possibile posizionare i propri ordini di acquisto a 1,29. Con stop al cedimento di 1,2750, il primo target è individuato a 1,3195 mentre il secondo è a 1,3230.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RINNOVABILI

Falck Renewables: acquisite due società svedesi

Falck Renewables oggi ha perfezionato l’acquisizione del 100% di due società a responsabilità limitata (Aliden Vind AB e Brattmyrliden Vind AB), che possiedono due progetti pronti per la costruzione in …

MERCATI

Borse europee chiudono piatte

Dopo una prima parte incerta, chiusura di ottava intorno alla parità per le borse europee. Tra le cause della risalita troviamo le indicazioni migliori delle stime arrivate dai dati macro: …