1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Euro/franco svizzero, dopo il violento rimbalzo un ritracciamento appare naturale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il deciso rimbalzo intrapreso dai minimi dello scorso 9 agosto toccato a 1,0073 ha riportato l’euro/franco svizzero in prossimità della prima soglia resistenziale di un certo spessore presente in area 1,15/1,1540. La soglia menzionata rappresenta il vecchio livello di supporto statico che, ad eccezione del 17 luglio, aveva sempre sostenuto la divisa unica del Vecchio Continente durante la fase di consolidamento delle perdite che ne ha contraddistinto le quotazioni a cavallo tra il 12 e il 27 luglio. Partendo da questo presupposto e spostando l’analisi sul grafico a 30 minuti si nota inoltre come il cambio abbia violato al ribasso la trendline ascendente di breve ottenuta con i minimi dell’11 e del 16 agosto. A questo si deve sommare l’incrocio dall’alto verso il basso delle medie mobili di breve e di lungo periodo e il cedimento dei supporti statici di breve posti a 1,13994. In base agli elementi fin qui evidenziati è quindi possibile posizionarsi in vendita a 1,13925. Con stop stretto che scatterebbe sopra 1,1550, il primo target è posto a 1,10 mentre il secondo è a 1,0740.