Eurodollaro si conferma a 1,36, sterlina/yen al test di 175

Inviato da Luca Fiore il Lun, 07/07/2014 - 17:36
Inizio di settimana incolore per il mercato valutario. Archiviati i dati migliori delle attese arrivati dal mercato del lavoro statunitense e il meeting della Bce, l'ottava sul mercato valutario inizia all'insegna della cautela in vista della pubblicazione dei verbali dell'ultima riunione della Federal Reserve (mercoledì) e del simposio della Bank of England (BoE).

"Ci attendiamo che il meeting della BoE di questa settimana sarà un non-evento ma se i dati relativi il manifatturiero di martedì saranno in linea con le stime, la sterlina si confermerà tonica", si legge in un report elaborato dagli analisti di Bnp Paribas.

Nonostante la performance peggiore da due anni fatta segnare a maggio dalla produzione industriale tedesca (-1,8% mensile), il cambio con la moneta d'oltremanica segna un rimbalzo a 79,38 centesimi di euro mentre l'eurodollaro si conferma in quota 1,36.

Stabile il cable a 1,7129 usd mentre l'incrocio £/¥ oggi si è nuovamente spinto ai massimi dall'ottobre del 2008 sopra quota 175 (175,17). "La resistenza è molto forte, dato che da qui passa il 50% del ritracciamento di Fibonacci nella discesa partita dai massimi del 2007 che rappresenta anche la proiezione dell'ampiezza del triangolo rialzista che si è formato negli ultimi sei mesi", ha commentato Vincenzo Longo di IG. Secondo l'esperto la tenuta di questo livello "potrebbe essere un segnale di forza che aprirebbe la strada verso il target ambizioso di 183,50-184".
COMMENTA LA NOTIZIA