Euro/dollaro, a questi livelli una correzione è possibile

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il lungo rally che ha caratterizzato il cambio euro/dollaro potrebbe essere giunto a un livello interessante per aprire delle posizioni ribassiste nei confronti della moneta unica del Vecchio Continente. Il movimento in atto, partito dai minimi a 1,2644 dello scorso 10 settembre e fermatosi per il momento in prossimità della soglia psicologica di 1,38, potrebbe tuttavia pagare i maggiori timori provenienti sul fronte macro dall’Irlanda. A livello operativo va evidenziato come sul grafico a 30 minuti sia stata incrociata la media mobile a 14 periodi e sia stata rotta la trend line rialzista che ne guidava i corsi dal 28 settembre. A questo punto è possibile vendere allo scoperto in prossimità del livello di 1,3760, posizionare lo stop in caso di allungo oltre 1,3820 e puntare ad un primo target in area 1,3630 e successivamente a 1,3560.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…