1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Euro/dollaro, per ora il quadro grafico gioca ancora a favore della divisa europea

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non preoccupa per ora la debolezza odierna dell’euro nei confronti del dollaro. La divisa unica del Vecchio Continente è infatti andata a chiudere, con i minimi intraday registrati finora, il gap rialzista aperto ieri rispetto alla chiusura di venerdì. Il rimbalzo intrapreso dai supporti statici in prossimità di 1,3745, unitamente alla constatazione che l’11 marzo è stata incrociata dal basso verso l’alto la media mobile a 14 periodi, spingono ancora verso l’implementazione di una strategia long. Anche perché guardando il grafico a 30 minuti si nota come gli acquisti di ieri hanno permesso la violazione rialzista della trendline discendente ottenuta con i top del 7 e del 9 marzo. Spostando la visuale sul chart weekly si nota infine come la decisa candela green lasciata in eredità dalla seduta chiusa il 4 marzo sta ancora indirizzando il cross, con il minimo della scorsa ottava che ha completato il ritracciamento di alcuni vecchi top. Un ritorno oltre la soglia di 1,42 permetterebbe peraltro il completamento del pull back della trendline ascendente disegnata sul grafico settimanale con i minimi delle ottave chiuse l’11 giugno e il 17 settembre. In base a tali considerazioni è dunque possibile entrare in acquisto a 1,3880. Con stop al cedimento di 1,3740, il primo target è collocato a 1,4035 e il secondo a 1,4180.