1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Euro/dollaro, in aumento le pressioni di vendita

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Lo scorso 22 marzo l’euro ha toccato il massimo (a 1,4248) nei confronti del dollaro dall’11 aprile 2010, giorno in cui il cambio aveva fatto registrare un top intraday di 1,4282. Le tensioni sul fronte del debito sovrano di alcuni Paesi periferici, in particolar modo il Portogallo, non sembravano aver avuto ripercussioni particolari. Tuttavia osservando il contesto grafico del cross si osserva come la settimana sia iniziata con la violazione, in atto, della trendline ascendente che ne caratterizza i corsi dal 10 di gennaio. La trend in questione è stata tracciata anche con i minimi crescenti del 22 febbraio e del 10 marzo. Certamente le indicazioni grafiche di lungo periodo sono ancora a favore dell’euro dopo che la moneta unica del Vecchio Continente è riuscita ad oltrepassare la trendline ribassista ottenuta unendo i massimi del 3 dicembre 2009 e del 4 novembre 2010, tuttavia nell’immediato è lecito attendersi una correzione. Partendo dalla con stazione che la trend ascendente di questo inizio 2011 è capitolata, lo short a 1,4060 ha come target naturale i supporti statici in prossimità di area 1,3850/1,3860. L’obiettivo della strategia è stato ottenuto estendendo al ribasso il doppio massimo disegnato sul chart a 30 minuti a cavallo tra il 18 e il 25 marzo. Lo stop si avrebbe a 1,4160.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CORPORATE GOVERNANCE

CAD IT: AD Dal Cortivo nominato presidente

In sostituzione del presidente e Amministratore delegato scomparso Giampietro Magnani, il Cda di CAD IT ha conferito all’Ad Paolo Dal Cortivo l’ulteriore carica di presidente della società. Inoltre, Cecilia Rossignoli …

CORPORATE GOVERNANCE

CAD IT: AD Dal Cortivo nominato presidente

In sostituzione del presidente e Amministratore delegato scomparso Giampietro Magnani, il Cda di CAD IT ha conferito all’Ad Paolo Dal Cortivo l’ulteriore carica di presidente della società. Inoltre, Cecilia Rossignoli …