1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Euro/dollaro in attesa dei meeting di domani e dopodomani a Bruxelles

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il cambio euro/dollaro si muove al di sotto della media mobile a 14 giorni, attualmente a 1,3427, in attesa delle riunioni dei capi di stato e di governo dell’Unione europea che si terranno a partire da domani. Meeting dai quali è atteso un piano per portare l’Europa fuori dalla crisi del debito. Il quadro grafico vede la valuta europea sempre in posizione di debolezza contro il biglietto verde. Dai minimi dello scorso 25 novembre a 1,3212, tuttavia, l’euro si è mosso al rialzo sostenuto da una trendline rialzista che attualmente si trova a quota 1,3355, non lontano dai livelli di quotazione odierni. Il supporto dinamico è pertanto da monitorare con attenzione in quanto la sua violazione complicherebbe la vita al cambio eurusd. In particolare nuove vendite arriverebbero sotto 1,333 e potrebbero riportare il cross a 1,325, livello dove transita la trendline ribassista ottenibile con l’unione dei massimi del 27 ottobre con quelli del 14 novembre. Target finale del movimento sarebbero comunque i minimi a 1,3212. Sul fronte rialzista l’euro trova numerosi ostacoli. La media mobile a 14 giorni già citata e l’area delle resistenze 1,35/3570. Solo al di sopra di questo livello arriverebbe un segnale rialzista favorevole alla valuta europea. Chi volesse comunque operare speculativamente al rialzo sull’euro, potrebbe sfruttare la tenuta della trendline rialzista a 1,3355 con target a 1,35 e 1,3570 e stop loss ravvicinato sotto 1,33.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.