L'Eurodollaro ai massimi dal dicembre 2011

Inviato da Luca Fiore il Mar, 29/01/2013 - 18:12
Massimi dal 2011 per l'eurodollaro. Nuova seduta con il segno più per la moneta unica che oggi ha spinto il cross con il biglietto verde a ridosso di quota 1,35 dollari (1,3495), il livello maggiore dal dicembre 2011 (quando l'incrocio salì in quota 1,3538).

"Ribadiamo l'attenzione -si legge nella nota diffusa oggi dagli analisti di Fxcm- da porre all'area compresa tra 1,3500 e 1,3530 in quanto sul daily questa rappresenta una forte resistenza". "In caso di rottura ribassista -continua il report- l'area di 1,3390 potrebbe frenare la discesa e soltanto un passaggio di 1,3370 potrebbe farci propendere per posizionamenti short più sostanziosi".

Nel corso del pomeriggio i dati macro hanno fornito indicazioni contrastanti sullo stato di salute della prima economia: da un lato la fiducia dei consumatori a gennaio è scesa ai minimi dal novembre 2011 a 58,6 punti mentre dall'altro l'indice S&P Case Shiller, che misura i prezzi delle abitazioni nelle 20 principali città statunitensi, a novembre 2012 ha messo a segno un +5,5%, l'incremento maggiore degli ultimi sei anni.

"Domani sarà la Federal Reserve a portare volatilità, con il comunicato di politica monetaria", rileva Vincenzo Longo, Market Strategist di IG. "Non ci aspettiamo -continua l'esperto- variazioni di rilievo nel linguaggio utilizzato e questo potrebbe deludere qualcuno che crede in un ritiro immediato delle misure espansive annunciate lo scorso dicembre e permettere un allungo in direzione di quegli obiettivi sul cross".
COMMENTA LA NOTIZIA