Eurobond sì o eurobond no? La Germania (con Schaeuble) prima apre ma poi frena

Inviato da Alberto Bolis il Gio, 28/06/2012 - 15:57

La Germania apre agli eurobond, anzi no. Il tema della mutualizzazione del debito europeo ha mandato in tilt il super ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, che in un'intervista riportata al Wall Street Journal aveva mostrato un'apertura della Germania ad alcune forme di mutualizzazione del debito dopo aver raggiunto una politica fiscale comune irreversibile e coordinata. In sostanza Schaeuble ha caldeggiato un severo controllo europeo sui bilanci nazionali, attraverso la creazione di uno "zar" dei conti pubblici.

A stretto giro è arrivata la smentita da Berlino da parte del portavoce di Schaeuble, riportando così la posizione del super ministro sulla stessa lunghezza d'onda di quella di Angela Merkel. La cancelliera nell'ultima settimana ha ripetuto per ben tre volte che gli eurobond sono una scelta sbagliata politicamente ed economicamente, sottolineando che sempre più spesso si parla di debito comune e non di riforme strutturali.

Sempre nel corso dell'intervista riportata dal quotidiano finanziario statunitense, Schaeuble ha aperto al cosiddetto "scudo anti-spread" fortemente caldeggiato dal premier italiano Mario Monti. Una misura che dovrebbe prevedere l'intervento del Fondo salva-Stati sul mercato secondario per comprare titoli di Stato e, di conseguenza, raffreddare le tensioni sui debiti periferici.

COMMENTA LA NOTIZIA