1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Euro, Treasuries, emergenti: Goldman Sachs e le scommesse long e short per il 2018

Tra gli asset preferiti dagli analisti del team guidato da Francesco Garzarelli, co-responsabile della divisione global macro e mercati di Goldman Sachs, compaiono…

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Goldman Sachs presenta le sue sette scommesse per l’anno prossimo.

Le puntate mettono in evidenza come gli strategist del colosso bancario siano fiduciosi sulla ripresa dell’economia globale e come lo slogan “American First” di Donald Trump non sia affatto il loro motto.

Tra gli asset preferiti dagli analisti del team guidato da Francesco Garzarelli, co-responsabile della divisione global macro e mercati di Goldman Sachs, compaiono infatti i mercati emergenti, l’euro, e altre valute maggiormente legate alle commodities.

Shortare i Treasuries

Per la prima volta dal taper tantrum, nel 2018 i tassi sui Treasuries decennali torneranno secondo Goldman al 3%. Gli strategist scommettono su ben quattro strette monetarie, l’anno prossimo, da parte della Fed, e consigliano di shortare i Treasuries a 10 anni e di uscire dal mercato, nel caso in cui i tassi dovessero scendere al 2%. Per la banca, la vittoria sarà insomma dei ribassisti sui Treasuries.

Euro in rialzo

Goldman Sachs prevede un rapporto euro-yen in rialzo a JPY 140, +5% circa rispetto ai livelli attuali, con uno stop a JPY 130. Secondo il team degli strategist, i flussi diretti verso gli asset denominati in euro continueranno.

Investire negli asset esteri

Essere long sull‘MSCI Emerging Market Index è un’altra scommessa che rientra nelle Top 7. Gli analisti motivano l’ottimismo con la crescita degli utili e con l’appetibilità dell’azionario dell’area nei confronti di Wall Street. Quest’ultimo fattore dovrebbe spingere l’indice di riferimento a salire del 15% a 1.300. La banca consiglia di uscire invece dal mercato, nel caso in cui il listino dovesse soffrire una perdita dell’8% dai valori correnti.

Reflazione in Eurozona

L’Inflation Swap Forward 5yr5yr (il tasso swap sull’inflazione di pareggio a cinque anni su un orizzonte di cinque anni) salirà secondo il team di Goldman Sachs fino al 2%, il massimo dal periodo precedente al collasso dei prezzi petroliferi nel 2014.

Le scommesse sui debiti

Goldman consiglia di scommettere sui debiti dei mercati emergenti denominati in dollari attraverso l’indice JP Morgan EMBI Global Return Index e contro il debito Junk Usa attraverso l’iBoox USD Liquid High Yield Index.

Forex 

La sesta scommessa di Goldman Sachs è essere long su un paniere di valute composto da rupia indiana, rupia indonesiana e won sudcoreano e, allo stesso tempo, di shortare il dollaro singaporegno e lo yen.

Metalli e commodities valute

Goldman prevede che i prezzi dei metalli industriali continueranno a salire, beneficiando del rafforzamento dell‘attività economica globale. Di conseguenza, ad avanzare dovrebbero essere anche le valute dei paesi produttori.

Gli strategist stimano che un paniere composto per il 25% dal real brasiliano, per il 25% dal peso cileno e per il 50% dal sol peruviano dovrebbe garantire un ritorno totale dell’8% nei confronti del dollaro Usa. Viene consigliato invece di uscire dalla scommessa, nel caso in cui tale posizione dovesse scendere del 4% rispetto ai livelli attuali.