1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Euro tocca massimi da febbraio, forte volatilità sul dollaro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Crescente volatilità sul mercato dei cambi con il dollaro reduce dalla forte discesa di ieri e l’euro che invece consolida dopo i forti guadagni post Bce. Il cross euro/$ è salito ieri fino a quota 1,33 sui massimi dal febbraio scorso, mentre oggi staziona in area 1,323. La divisa unica europea ieri si è mossa con decisione al rialzo in scia alle parole del presidente della Bce, Mario Draghi. Il numero uno dell’Eurotower ha smorzato i toni circa la possibilità di ulteriori interventi straordinari della Bce a sostegno dell’attività economica.

In generale sul mercato domina l’attesa relativa alle possibili mosse future della Federal Reserve. Il cross dollaro/yen è sceso questa mattina fino a 95,54 yen, sui minimi a oltre sette settimane e ben 8 punti percentuali sotto i massimi a 5 anni e mezzo toccati a maggio. Il ministro delle finanze giapponese, Taro Aso, commentando la forte risalita della valuta nipponica ha detto che si stanno guardando con attenzione i movimenti della valuta, “ma il mercato dei cambi non è in una fase in cui ha bisogno di prendere in considerazione l’intervento”.

Il biglietto verde paga i timori del mercato circa la possibilità di un ridimensionamento anticipato del QE3 da parte della Federal Reserve (attualmente pari a 85 mld di dollari al mese). Un test importante saranno le payroll di maggio, in agenda oggi (consensus +163 mila nuovi posti di lavoro dai +165mila della precedente rilevazione), con una lettura superiore alle attese che poterebbe essere subito interpretata dal mercato come una sponda all’effettiva diminuzione del QE da parte della Fed.