Euro sugli scudi: verso piano da 20-25 mld destinato alla Grecia

Inviato da Redazione il Lun, 22/02/2010 - 11:01

Anche se la giornata odierna non dovrebbe riservare sorprese, inizia una settimana che si prospetta decisamente intensa per il mercato valutario. Se da un lato le rassicurazioni arrivate dagli esponenti della Fed dovrebbero aver permesso ai listini azionari di assorbire il rialzo del tasso di sconto, dall'altro le indiscrezioni del settimanale Der Spiegel in merito ad un piano da 20-25 mld destinati ad Atene (4-5 mld tedeschi e 2,5-3 italiani) hanno permesso alla moneta unica di riguadagnare posizioni, spingendo il cross con il green back a 1,361 e il cambio contro Yen a 124,5.

Nonostante il portavoce del Ministero delle Finanze tedesco Martin Kreienbaum abbia in parte smentito la notizia, affermando che finora non è stata presa "nessuna decisione al riguardo di un piano di salvataggio", gli operatori, complice anche i rally sui listini asiatici, stanno privilegiando gli asset considerati più a rischio.

L'euro guadagna terreno anche nei confronti del pound, a ridosso di 0,88, con le possibilità di un double-dip che Oltremanica si fanno ogni giorno più concrete. L'ultimo dato, il -1,8% m/m messo a segno dalle vendite al dettaglio di febbraio non lascia sperare niente di buono. La sterlina ha da poco aggiornato i minimi da 9 mesi nei confronti del dollaro a 1,535.

Per quanto riguarda l'agenda macro della settimana, riflettori puntati domani sull'Ifo di febbraio, atteso in rialzo a 96,2 punti, e sempre dalla Germania, per mercoledì è atteso il dato definitivo sul Pil del 4° trimestre (-2,4 a/a) mentre giovedì è in calendario il tasso di disoccupazione (atteso stabile all'8,2%). Giovedì sarà la volta anche dell'aggiornamento settimanale relativo le nuove richieste di sussidio (465.000) e la settimana si chiuderà con i dati sul Pil a stelle e strisce del 4° trimestre.

Luca Fiore

COMMENTA LA NOTIZIA