Euro sempre debole sui mercati valutari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Inizio di settimana all’insegna delle prese di beneficio per l’euro che sui mercati valutari arretra rispetto alla principali valute. A metà pomeriggio la divisa unica viene scambiata a 1,2224 rispetto al dollaro Usa, a 0,7834 rispetto alla sterlina e a 96,24 nei confronti dello yen.

A pesare sull’euro contribuiscono i rinnovati timori per il rallentamento della crescita economica. Secondo le nuove stime diffuse questo pomeriggio dal Fmi in condizioni di politiche economiche favorevoli (lo scenario, quindi, più ottimistico) nel 2013 l’Eurozona crescerà dello 0,7%, cioè lo 0,2% in meno rispetto alla stima di aprile, mentre per quest’anno l’economia si contrarrà dello 0,3%. L’auspicio indicato dall’istituto internazionale è che la Bce operi un nuovo taglio dei tassi di interesse e continui a fornire liquidità al sistema anche attraverso misure non standard come la ripreda del Securities Market Programme, nuove aste Ltro a condizioni facilitate o un piano di quantitative easing. Per quanto riguarda gli Usa, invece, la crescita 2012 è prevista dal Fmi al 2,3% mentre quest’anno del 2%, in entrambi i casi lo 0,1% in meno rispetto alla stima Fmi dello scorso trimestre.

La divisa unica risente anche delle tensioni sui mercati obbligazionari che registrano la nuova impennata degli spread sui titoli di stato dei paesi periferici. Lo spread tra Btp e Bund ha toccato i 495 punti, sui massimi da gennaio, mentre il differenziale tra gli spagnoli Bonos e il Bund a dieci anni si attesta a 552 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…