L'euro scende dai massimi da sette settimane contro il dollaro ma resta in area 1,26

Inviato da Alberto Bolis il Mer, 07/07/2010 - 10:44
L'euro scende dai massimi delle ultime sette settimane toccati ieri nei confronti del biglietto verde (1,2663 dollari). La moneta unica resta comunque ampiamente sopra quota 1,25 dollari, precisamente a 1,2570. Il dollaro sta pagando una serie di dati macro Usa deludenti, da ultimo l'Ism non manifatturiero di giugno sceso oltre le attese a 53,8 punti dai 55,4 punti di maggio. Tra gli investitori sorgono quindi sempre più i timori sulla reale ripresa economica degli Stati Uniti.

La moneta unica è in flessione contro tutte le altre divise: cede lo 0,11% a 1,3368 franchi svizzeri e lo 0,04% a 0,8324 sterline. Contrazione più marcata nei confronti della moneta giapponese: -0,90% a 109,65 yen. Lo yen recupera terreno anche sul dollaro. Il biglietto verde tratta sotto quota 87,5 yen, un livello inferiore alla soglia di 90,18 attesa quest'anno dalla Bank of Japan.

A livello macro oggi è attesa la lettura definitiva del Pil dell'Eurozona del primo trimestre, visto a +0,2% rispetto al trimestre precedente e a +0,6% su base annua. Scarna l'agenda statunitense con in programma solamente l'indice MBA richieste ipoteche al 2 luglio (precedente +8,80%).

L'attenzione del mercato è pero tutta incentrata su domani quando verrà annunciata la decisione sui tassi da parte della Bce. Sembra scontata la conferma all'1%, mentre gli investitori seguiranno con grande interesse la conferenza stampa (domani alle 14.30) del numero uno dell'Eurotower, Jean Claude Trichet.
COMMENTA LA NOTIZIA