Euro sale nonostante inflazione sotto attese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’euro spinge al rialzo nel giorno dell’attesissimo dato sull’inflazione europea. Dopo una prima discesa ai minimi a tre settimane sul dollaro, la divisa unica europea si è velocemente rafforzata portandosi ai massimi di giornata a quota 1,3826 rispetto al biglietto verde.

A muovere con decisione l’euro è stata la diffusione del dato preliminare sull’inflazione europea, in risalita ma meno delle attese. La lettura preliminare di aprile diffusa dall’Eurostat evidenzia infatti un progresso tendenziale dello 0,7% rispetto al +0,5% segnato il mese precedente. Il consensus era per un progresso a +0,8%. Il mercato ha interpretato il dato come non decisivo per convincere la Bce a rompere gli indugi e mettere in atto ulteriori step di politica monetaria non convenzionale al fine di contrastare i rischi di deflazione. Da segnalare anche il progresso a +1% a/a dell’inflazione core rispetto al +0,7% del mese precedente.

La prossima riunione della Bce è in agenda giovedì 8 maggio. Oggi invece è il turno della Federal Reserve con l’annuncio di politica monetaria in agenda alle ore 20 senza conferenza stampa di accompagnamento. Attesa la conferma del ritmo di riduzione degli acquisti di asset.
La Fed, rimarca la Forex Flash odierna di Intesa Sanpaolo, dovrebbe inoltre confermare la linea emersa anche dai recenti discorsi, quindi crescita sostenuta e miglioramento continuativo del mercato del lavoro, ma prima che si possa iniziare a pensare ad alzare i tassi anche l’inflazione dovrà essere tornata verso target.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…