1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

L’euro prosegue il recupero e si porta vicino a 1,26 dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’euro prosegue la risalita nei confronti del biglietto verde e si porta vicino a quota 1,26 dollari. La moneta unica tratta infatti a 1,2594 dollari, in rialzo dello 0,69% rispetto alla chiusura di ieri. Oggi negli Stati Uniti è attesa la pubblicazione dell’indice Ism Composto non manifatturiero di giugno, che dovrebbe calare a 55 punti dai precedenti 55,4 punti. Un test importante dopo i non esaltanti dati sul mercato del lavoro della scorsa settimana. Il Pil Usa del primo trimestre è stato rivisto da +3% a +2,7%, il tasso di disoccupazione di giugno è inaspettatamente sceso al 9,5% dal 9,7% di aprile mentre sono stati bruciati 125 mila posti di lavoro nel settore non agricolo.

La moneta unica è in forte recupero anche sulla divisa giapponese: +1,10% a 110,65 yen. L’euro tratta inoltre a 1,3370 franchi svizzeri (+0,26%) e a 0,8286 sterline (+0,05%). L’appuntamento cruciale della settimana è atteso giovedì, quando Jean Claude Trichet terrà la consueta conferenza stampa all’Eurotower dopo l’annuncio sui tassi da parte della Bce. Scontata la conferma all’1%. Anche la BoE, sempre giovedì, dovrebbe ribadire il tasso di riferimento allo 0,5%.

Questa mattina Kennet Rogoff, ex capo economista del Fondo Monetario Internazionale, ha lanciato l’allarme sulla bolla immobiliare cinese in un’intervista a Bloomberg: “ha iniziato a scoppiare”. In Cina il valore delle vendite immobiliari ha subito a maggio una contrazione del 25%. “Stiamo iniziando a vedere il collasso del mercato immobiliare”, ha sottolineato Rogoff. L’ex capo economista del Fmi ha inoltre dichiarato che il recupero dell’economia è “molto lento”, ma che non vede un pericolo di fiammate dell’inflazione.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Piazza Affari sale con Enel e Telecom

Si riscatta Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana recuperando la debolezza della vigilia dovuta alle parole di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, che ieri in un intervento a …

RAPPORTO OCSE

Ocse lancia allarme su debito

Alert Ocse sul debito. L’organizzazione parigina indica che nel 2018 il debito nei Paesi Ocse è stimato in crescita a quota 45.000 miliardi di dollari rispetto ai 43.600 miliardi del …