L'euro perde smalto nel pomeriggio

Inviato da Alessandro Piu il Mar, 10/11/2009 - 15:23
L'euro ha perso spinta nei confronti delle principali valute mondiali, dollaro, sterlina e yen, dopo una prima parte di seduta nella quale sembrava poter guadagnare ulteriore terreno. Neanche la pubblicazione di uno Zew inferiore alle attese, stamattina, era riuscito a fermare l'avanzata della valuta unica giunta a sfiorare i 135,40 contro lo yen, 0,9016 contro la sterlina e 1,502 contro il dollaro prima di innestare la retromarcia.
Nel momento in cui Wall Street si appresta ad aprire i battenti con i principali future in leggero ribasso e con le Borse europee che sembrano aver imboccato la via del ribasso, l'euro/dollaro perde terreno fino a 1,495, l'euro/yen scende fino a 134,20 mentre l'euro/sterlina cerca di stabilizzarsi poco sopra 0,8950.

Nel loro complesso i movimenti del mercato valutario nella seduta odierna potrebbero assumere maggiore significato nel corso del pomeriggio, dopo una prima parte di giornata relativamente incerta, riflesso sia della scarsità di dati macroeconomici previsti in giornata, sia del "bank holiday" previsto domani negli Stati Uniti per la giornata dei Veterani. In ogni caso Wall Street rimarrà aperta ma non verranno resi noti dati macro né al di là né al di qua dell'Atlantico.

Nel frattempo il future sul petrolio Wti veleggia poco sotto gli 80 dollari al barile e l'oro si mantiene non lontano dai massimi, in area 1.100 dollari l'oncia.

Un quadro complessivo ben definibile "misto" che riflette bene la fase di stallo presente al momento sui mercati che attendono una maggiore visibilità sull'entità del recupero dell'economia mondiale e sulle eventuali "exit strategy" per ora ancora in fondo ai cassetti dei numeri uno delle Banche centrali.
COMMENTA LA NOTIZIA