1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Euro inarrestabile, infranta serie di record contro dollaro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non si ferma la corsa dell’euro nei confronti del dollaro iniziata venerdì scorso dopo la diffusione dei dati sul mercato del lavoro statunitense. La moneta unica è giunta nel primo pomeriggio a superare quota 1,3890 contro il biglietto verde. Nel momento in cui si scrive il rapporto ha trovato un momentaneo freno, scendendo a 1,3877.


Sul forex agisce ancora l’effetto dei dati sulla creazione di nuovi posti di lavoro di venerdì scorso, che hanno mostrato una contrazione di 4mila unità e che hanno portato il mercato a scontare un taglio dei tassi da parte della Federal Reserve pari a 25 punti base, e che secondo alcuni analisti potrebbe estendersi addirittura al mezzo punto percentuale. Nello stesso senso stanno agendo inoltre le dichiarazioni di esponenti della Banca centrale europea secondo cui l’economia del Vecchio continente resterebbe solida e il livello dei tassi d’interesse accomodante. Lo scorso 6 settembre la Bce ha lasciato invariati i tassi d’interesse.

In una nota odierna degli analisti di Mps Finance si legge inoltre di rapide ricoperture che avrebbero preso avvio dopo la rottura del vecchio massimo a quota 1,3852. Gli stessi analisti scrivono che “in assenza di posizioni lunghe di rilievo di euro da parte degli speculatori, riteniamo possibile la continuazione del trend di deprezzamento del dollaro nei prossimi giorni fino alla soglia psicologica di 1,40”. Nel breve gli analisti indicano come prima resistenza 1,39 e primo supporto 1,3827/1,3850.


Un altro commento raccolto sul mercato conferma la tesi di un’ascesa del cross euro/dollaro come effetto di un indebolimento del dollaro più che di un rafforzamento della valuta europea. Il dollaro starebbe infatti subendo un flusso di vendite cui corrisponderebbero acquisti di valute diverse dall’euro, in particolare di franchi svizzeri.


(notizia aggiornata alle ore 15.25)