1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Euro, in esaurimento la reazione contro il franco svizzero

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Da inizio anno l’euro era riuscito a costruire una discreta reazione nei confronti del franco svizzero. Dai minimi di area 1,24, la salita ha riportato la valuta unica fino a 1,32 con un rialzo del 6,45%. Nelle ultime sedute il 38,2% di quella salita è andato in fumo e il franco svizzero è riuscito a risospingere l’euro sotto 1,3. Allo stato attuale viene messo sotto pressione proprio il 38,2% di ritracciamento di Fibonacci della salita descritta, a 1,2897. La rottura al ribasso del livello, confermata da violazione di 1,2872 confermerebbe lo scenario che, nel lungo termine, vede la valuta unica in posizione di debolezza. Primo e più immediato target a 1,28 dove si trova a transitare la media mobile a 55 giorni e il 50% di ritracciamento e successivamente 1,2708.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ASTA BOND

Italia: Tesoro, martedì prossimo in asta titoli fino a 3,5 miliardi

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze nell’asta in calendario il prossimo 27 giugno collocherà CTZ e BtpEi per 3-3,5 miliardi di euro. Nel dettaglio, saranno messi sul mercato CTZ 24 mesi per 2-2,5 miliardi e BtpEi per 0,5-1 miliardo di euro.

RATING

Creval: Fitch taglia rating, outlook è negativo

Fitch Ratings ha ridotto il rating a lungo termine del Credito Valtellinese a “BB-“ da “BB” e il Viability Rating a “bb-“ da ”bb”, già posti sotto osservazione con implicazioni negative lo scorso 24 marzo. L’outlook è negativo.

MERCATI

Borse europee piatte, bancari ed energetici sotto tono

Banche ed energetici penalizzano la seduta dei listini europei. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.439,29 punti, -0,11%, mentre a Madrid l’Ibex si è fermato a 10.709,90, -0,29%. Incremento dello 0,15% invece per Francoforte e Parigi, salite rispet…