1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Euro guarda a braccio di ferro Draghi-Weidmann

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quotazioni dell’euro in moderata ascesa nella prima seduta della nuova ottava. Il cross euro/dollaro viaggia poco sotto la soglia di 1,27 a quota 1,2696. La divisa unica europea è reduce dalla risalita messa a segno nel corso della scorsa ottava principalmente in virtù delle vendite che hanno caratterizzato il dollaro Usa sulla possibilità che la Federal Reserve rinvii nel tempo il primo rialzo dei tassi oltreoceano. Settimana scorsa le minute della Fed hanno evidenziato crescenti timori legati la debole congiuntura globale e alle potenziali ripercussioni di un dollaro troppo forte.

Intanto nell’Eurozona riemerge la distanza di posizioni tra Bce e Bundesbank in merito alla possibilità di mettere in campo un piano maggiori stimoli per l’economia. Nel weekend il numero uno della Bce, Mario Draghi, ha ribadito che l’Eurotower è pronta a espandere il proprio bilancio di 1.000 miliardi di euro per respingere la minaccia di deflazione. Di contro Jens Weidmann, numero uno della Bundesbank, ha detto che un valore obiettivo “non è scolpito nella pietra”.

Ostracismo della Bundesbank che rischia di condizionare l’azione della Bce contro la deflazione. “C’è un enorme conflitto in seno al Consiglio direttivo Bce sul da farsi”, rimarca oggi Joerg Kraemer, capo economista di Commerzbank AG, che ritiene comunque che alla fine Draghi avrà la meglio e il quantitative easing partirà nel corso del prossimo anno.

Sul fronte macro intanto questa settimana in Europa ci saranno in primo piano domani il dato sulla produzione industriale area euro e l’indice Zew tedesco di ottobre. L’indice calcolato dall’istituto Zew è reduce da nove cali consecutivi in scia al deterioramento della congiuntura tedesca. Il consensus degli analisti indica un nuovo calo a quota 1 dai 6,9 a cui era sceso il mese scorso.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse Usa di poco sopra la parità. Seduta da dimenticare per Tiffany

Wall Street in lieve territorio positivo in attesa della pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve. A poco più di due ore dalla chiusura degli scambi, il Dow Jones sale dello 0,2%, lo S&P segna un +0,07% e il Nasdaq un +0,1…

TRIMESTRALI ITALIA

Mittel: balzo del fatturato nei primi sei mesi, Ebitda torna positivo

Il primo semestre dell’esercizio 2016 – 2017 del Gruppo Mittel si è chiuso con ricavi per 14,1 milioni, in netto miglioramento rispetto ai 4,4 milioni nel pari periodo del precedente esercizio, e un Ebitda positivo per 1,1 milioni, da -7 milioni.

RATING

UniCredit: Moody’s assegna “B1” all’emissione Additional Tier 1

Moody’s Investors Service ha annunciato di aver assegnato valutazione “B1(hyb)” all’emissione Additional Tier 1 (AT1) di UniCredit da 1,25 miliardi di euro. “Il rating –si legge nella nota dell’agenzia – tiene conto il rating standalone ba1 di UniCre…

ASTA BOND

Italia: Tesoro, lunedì prossimo in asta Bot semestrali per 6 miliardi

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato che nell’asta in calendario lunedì 29 maggio saranno offerti Buoni ordinari del tesoro a 6 mesi per 6 miliardi di euro. Il 31 maggio scadranno Bot di pari scadenza per un importo equivalente.